A.R.D. Associazione Italiana per la Ricerca sulla Distonia
Cerca con Google: in ARD  nel Web 

Delegazione Toscana

Aggiornamento sulle distonie
Impiego terapeutico delle neurotossine.

Il giorno 10 aprile 1999 si č tenuto presso la sala meeting dell’Ordine dei Medici della Provincia di Firenze, un Convegno sull’impiego terapeutico delle neurotossine, organizzato dalle U. O. Universitarie di Neurofisiopatologia, Clinica Oculistica e Neuropsichiatria Infantile e dalla ARD – Delegazione Toscana. Il Convegno che si configurava come la continuazione di uno precedente avvenuto nel Maggio ’98 , in occasione della "European Dystonia Awareness Week", č stato aperto dal Dott. Maurri che spiegava le ragioni dell’incontro: la richiesta di chiarimenti da parte dei pazienti sulla eventuale natura genetica delle distonie (illustrata con chiarezza dal Dott. Galardi); l’estensione dell’uso della tossina botulinica nella spasticitā (relatore Dott. Dinamico); la "querelle" circa l’indicazione della tossina botulinica nello strabismo concomitante (relatore Prof. Frosini).

Il Prof. Barontini ha sapientemente illustrato la nuova classificazione delle distonie e ne ha percorso le interpretazioni fisiopatologiche attuali.

La novitā di questo convegno č stata quella di trattare anche la patologia distonica infantile. La Dott.ssa Allori, della Neuropsichiatria Infantile, nel suo intervento "Risorse farmacologiche nelle distonie primitive e secondarie in etā evolutiva", anche attraverso una documentazione video assai suggestiva, ha rilanciato il ruolo terapeutico di farmaci ben noti quali la sulpiride ed il trazodone nelle distonie generalizzate del bambino, sottolineando il vantaggioso uso di bassi dosaggi dei due farmaci e la loro mancanza di effetti collaterali nella stragrande maggioranza dei casi. La stessa, nella discussione ha precisato che tali farmaci non si sono invece dimostrati utili nel trattamento delle distonie focali e segmentali in soggetti pediatrici.

La Dott.ssa Brogelli che da anni tratta gli adulti ed i bambini distonici con la tossina botulinica, ha magistralmente illustrato l’impiego della tossina botulinica nei muscoli oculari estrinseci e la riabilitazione ortottica nell’adulto e nel bambino.

La Prof.ssa Di Lollo ci ha parlato delle modificazioni istologiche dei muscoli extraoculari e del muscolo orbicolare palpebrale in corso di terapia con tossina botulinica. E’ stato interessante ascoltare la Dott.ssa De Berardinis sull’evoluzione della terapia del blefarospasmo con tossina botulinica, partendo dalle prime esperienze della scuola oftalmologica napoletana alla realtā di oggi. Una nota toccante č stata data dalla socia ARD Ceccanti Cinzia che per dare voce ai pazienti, ci ha fatto partecipi della sua esperienza per vincere la distonia. Il messaggio č stato chiaro: la necessitā da parte del paziente di aver presto una corretta diagnosi ed una terapia adeguata, unitamente ad un supporto psicologico per evitare o limitare il disagio di sentirsi soli, per riacquistare stima di se stessi. Ringraziamo l’intervento del Prof. Pinto che parlando della "clinica della tossina botulinica in Toscana", di cui č direttore, ha detto che proprio per una corretta politica economica, č stato possibile trattare un maggior numero di pazienti. Ringraziamo anche il Prof. Alfieri per il sostegno dato al convegno, e naturalmente anche i segretari scientifici Dott. Maurri e Dott.ssa Brogelli.


Filomena Simone
Marzo 1999

CENTRI DI RIFERIMENTO

A.R.D. Associazione Italiana per la Ricerca sulla Distonia - C.F. 97085660583
Associazione di Promozione Sociale senza fini di lucro per promuovere la conoscenza della distonia e favorire l'assistenza ai malati
secondo quanto previsto dalla legge 383/2000 sulle Attivitā di Promozione Sociale.
Per informazioni sulla malattia o casi specifici scrivere a: email
Contenuti a cura di: A.R.D. | Manutenzione tecnica a cura di: Daniele Fontani email | Tutela della Privacy | Informativa cookies