Cos’è la distonia

distonia

La distonia è un disturbo del movimento caratterizzato da contrazioni muscolari involontarie, che costringono alcune parti del corpo ad assumere posture o movimenti anormali e spesso dolorosi.
La distonia può colpire qualunque parte del corpo, ad esempio le braccia, le gambe, il tronco, il collo, le palpebre, il viso o le corde vocali.
In ordine di prevalenza è il terzo tra i disturbi del movimento più diffusi, dopo la malattia di Parkinson e i tremori. La distonia colpisce circa 20.000 persone in Italia, circa 300.000 nell’America del nord.
La distonia non discrimina: colpisce tutte le razze e tutti i gruppi etnici. La distonia non è infettiva né contagiosa.
La distonia non è una malattia terminale ma, specialmente nelle forme più gravi, è fortemente invalidante e può modificare in maniera sostanziale la qualità della vita di chi ne soffre.
Le distonie che colpiscono una sola parte del corpo si dicono focali e sono anche conosciute con nomi comuni particolari:

  • Blefarospasmo quando è colpita la zona delle palpebre.
  • Torcicollo spasmodico quando vengono interessati i muscoli del collo.
  • Sindrome di Meige quando sono interessati i muscoli della faccia.
  • La Disfonia spasmodica si ha quando vengono colpite le corde vocali.
  • Crampo dello scrivanoCrampo del musicista ecc. sono nomi piuttosto impropri (infatti non si tratta di crampi) quando ad essere interessati sono i muscoli dell’arto superiore o della mano, a seconda del tipo di movimento che è disturbato dalla distonia.

 

Webinar sulla distonia 2018

All’inizio del 2018 A.R.D. ha organizzato le seguenti tre conferenze online (webinar) in collaborazione con l’Accademia LIMPE DISMOV e con l’appoggio della Prof.ssa Francesca Morgante. Le conferenze si possono rivedere ai seguenti link.

 

Opuscolo informativo sulla Distonia

Un opuscolo informativo generale sulla Distonia è disponibile in formato pdf. Altre brochure disponibili sui diversi tipi di distonia e sulla DBS possono essere richieste tramite email all’associazione, e fornendo i propri dati anagrafici saranno spedite via posta tradizionale.

SOSTIENICI